Seattle in bici: sex and violence

Come un sacco di altre cose, anche la bici qui sulla west coast è un mondo a parte. A Seattle, che è una città piena di salite insormontabili in stile Mortirolo, il ciclista urbano è una specie in espansione. Ovviamente, in bici ci va chi è cool, con una bici da corsa da un milione di dollari oppure vestito come un Hell’s Angel, su una bmx o un chopper a pedali. Bici normali, da città, semplici come quella che usa mia mamma, non se ne vedono. La mia vecchia mountain bike sembra un reperto archeologico, quasi mi vergogno a usarla, forse dovrei customizzarla un po’ alla ciclofficina locale. Bah.

Oggi però sono andato al Tour De Fat, una specie di circo a pedali organizzato dalla Bicycle Alliance of Washington e sponsorizzato da una birra… pedali e boccali, un’accoppiata niente male. Si partiva con una parata per il quartiere di Fremont, in cui si sono visti bici e abbigliamenti (e nudità) assolutamente spaziali. No limits! Poi si tornava al parco del quartiere per bere, mangiare, e ballare al ritmo della sgangherata orchestra che suonava marce e musiche, appunto, da circo. Divertentissimo, e alla fine una ragazza ha vinto una bici dietro solenne promessa di non usare l’auto per un intero anno. Sotto trovate qualche foto.

La settimana scorsa invece – causa jet lag e assenza di un mezzo a pedali – mi sono perso la mensile critical mass. E meno male, perché è finita all’ospedale e in galera! Un automobilista circondato di ciclisti ha accelerato e ne ha mandati due al pronto soccorso. A quel punto la gente lo ha tirato fuori dall’auto riempiendolo di botte, gli ha distrutto i finestrini e tagliato tutte le gomme! Risultato: due arresti (rilasciati su cauzione di 1.000 dollari). L’automobilista non è ancora stato accusato di nulla, e la polemica monta, con i due giornali della città schierati anti-critical mass e il settimanale alternativo pro-massa. Non si è parlato d’altro per tutta la settimana. In fondo c’è anche la foto della bici di uno dei ciclisti investiti.

One Response to “Seattle in bici: sex and violence”

  1. ale says:

    E ora c’è anche scappato il morto: un riscio’ a pedali passa col rosso in un incrocio di downtown e viene investito da un van. muore il passeggero. r.i.p.
    http://seattlepi.nwsource.com/…31_pedicab08.html