6 Responses to “Contare le bare palestinesi e israeliane”

  1. ale says:

    eh se andiamo avanti così almeno una parte del problema te la risolvono presto…

  2. armando says:

    io vedo una “brutale punizione collettiva” verso chi non si è voluto difendere portando hamas al governo o lasciando Gaza prima che prendesse il potere, perchè solo uno stolto poteva pensare di non arrivare al suicidio collettivo rimanendo in un paese senza vie d’uscita comandato da Hamas e con una potenza di fuoco ridicola.Perchè non ci sono gli stessi toni quando si scannano a vicenda dentro Gaza? Per me, quanto prima israeliani e palestinesi si scannano per intero a vicenda, tanto prima e meglio mi godrò la giornata.

  3. ale says:

    Scusa ma hai frainteso il mio “solo”: stava a indicare che solo i morti israeliani sono conteggiati con esattezza, e non c’era alcuna volontà di minimizzare l’importanza dei loro caduti né di sostenere che 4 civili morti siano pochi. Per me anche un morto è troppo, anche se è un militare, e in questo senso le bare sono un modo per raccontare il dramma della guerra.
    Però credo davvero che 100 morti palestinesi per ogni morto israeliani siano un segno della volontà di mettere in atto una brutale punizione collettiva contro un popolo che non ha di che difendersi. E’ più o meno lo stesso rapporto che abbiamo visto nelle guerre combattute da superpotenze contro paesi poveri, qualcuno le ha chiamate “asimmetriche”, Luigi Pintor “celesti” per sottolineare come siano combattute bombardando chi non può far altro che guardare gli aerei da cui vengono sganciate le bombe.

  4. armando says:

    Le bare dicono moltissimo su un assalto all’arma bianca contro una popolazione che non è in grado di difendersi.

    esattamente …cosa? perchè potrei obiettare altrettanto senza motivazioni che dicono pochissimo.

    Comunque alla tua obiezione si può rispondere solo da un lato: fino a oggi si contano 4 civili israeliani morti.

    Solo? Ma sei uno di quelli che misura la ragione sulla quantità di morti?

    Per i palestinesi il conto è molto più complesso perché non esistono dati precisi e perché la distinzione tra civile e militare, durante l’assedio di un territorio che non ha forze armate vere e proprie, è un’operazione difficile.

    Ottimo, quidi mi stai dicendo che il tuo “solo 4 morti” potrebbe essere esteso ai palestinesi?
    O la difficoltà di conteggio non sussiste solo quando gli israliani indicani cifre minime che sono a favore del discorso?
    Comunque Israele parla di 130 miliziani di Hamas uccisi, il totale ha già superato i 700.

  5. ale says:

    Le bare dicono moltissimo su un assalto all’arma bianca contro una popolazione che non è in grado di difendersi.
    Comunque alla tua obiezione si può rispondere solo da un lato: fino a oggi si contano 4 civili israeliani morti. Per i palestinesi il conto è molto più complesso perché non esistono dati precisi e perché la distinzione tra civile e militare, durante l’assedio di un territorio che non ha forze armate vere e proprie, è un’operazione difficile. Comunque Israele parla di 130 miliziani di Hamas uccisi, il totale ha già superato i 700.

  6. armando says:

    esattamente quante delle bare palestinesi corrispondono a militanti e quante di quelle israeliane a militari? Senza questa informazione mi sembra le bare dicano poco.